Parodontologia

Parodontologia Torino e diagnosi

Oggi possiamo vincere la malattia parodontale!

Nei pazienti con malattia parodontale l’incidenza di malattie cardiocircolatorie è due-tre volte maggiore.

Nei fumatori, l’incidenza di malattia parodontale è doppia rispetto ai non fumatori.

E’ dunque importante eseguire una diagnosi precoce della malattia parodontale.

Sintomi che possono suggerire al paziente di avere problemi parodontali:

  • Sanguinamento gengivale
  • Gengive rosse, gonfie o sensibili
  • Gengive scollate dai denti
  • Gengive con fuoriuscita di pus
  • Persistenza di alito cattivo
  • Mobilità dentaria
  • Spostamento dei denti con creazione di spazi tra di loro.

Noi curiamo contemporaneamente ...

“ sia la causa della malattia (infezione per la presenza di parassiti e batteri) sia le conseguenze (accumulo di tartaro con infiammazione e mobilità dentaria)”.

Come curiamo le malattie delle gengive e del parodonto

1 ° fase – La diagnosi della malattia

Con una specifica analisi microbiologica eseguita al microscopio, con specifiche radiografie e l’esame clinico, valuteremo l’entità della tua malattia e stabiliremo un piano di trattamento appropriato.

Microscopio a contrasto di fase

Flora batterica di parodonto sano

Parassiti

Parassiti che denotano malattia attiva

È importante fare una diagnosi parodontale dal punto di vista biologico!

Se vuoi essere sicuro di non avere germi aggressivi nelle tue tasche parodontali, prenota una visita presso il nostro studio dentistico di Torino: ti faremo vedere subito e dal vivo la flora batterica che caratterizza le tue gengive.

Sin dalla prima visita, eseguiamo una Panoramica dentaria (OPT) ed una valutazione delle gengive e delle eventuali tasche gengivali effettuando un sondaggio parodontale con opportuna sonda millimetrata.

Sonda Parodontale

Durante la visita o i richiami di igiene utilizziamo la sonda parodontale per mappare la presenza delle tasche parodontali che sono un sintomo di uno stadio avanzato di malattia parodontale (Chairside, Consult Pro, USA)

Cartella Parodontale

I sondaggi parodontali si raccolgono in apposite cartelle parodontali computerizzate che consentono di valutare la situazione iniziale della malattia ed il decorso nel tempo della terapia

Esempio di cartella parodontale

2 ° fase – Eliminazione della causa: l’infezione

Impiegando antibiotici locali o sistemici appropriati, elimineremo i batteri patogeni ed i parassiti. Questa fase richiederà alcuni mesi e sarà scandita da un prelievo microbiologico mensile per valutare l’evoluzione della vostra flora batterica e modulare il trattamento.

Malattia parodontale
Malattia Pardontale

3 ° fase – Eliminazione delle conseguenze: il tartaro

Con gli ultrasuoni, il laser e le manovre di curettage manuali eseguite dalle igieniste laureate e dagli odontoiatri specialisti rimuoveremo il tartaro che si sta formando sopra e sotto la tua gengiva. Un’opportuna tecnica permette la rimozione dei depositi di tartaro, senza danneggiare i tessuti sani. Questa fase potrebbe richiedere diverse sedute ed inizierà dopo la totale eliminazione di parassiti e batteri responsabili della tua malattia.

Detartrasi:
Rimozione della placca e del tartaro dai denti. Eseguita con ultrasuoni e con strumenti manuali durante la seduta di igiene e nei richiami periodici di igiene di mantenimento.

Levigatura delle radici:
Consiste nel rendere liscie le superfici delle radici sotto le gengive, per permettere al tessuto che le circonda (t. parodontale) di aderirvi di nuovo e quindi di ristabilire una condizione di salute dei denti e delle gengive.

Trattamento delle tasche meno profonde con il Laser a diodi:
contribuisce alla disinfezione delle tasche senza dover incidere chirurgicamente le gengive. L’indicazione per questo tipo di trattamento è sottoposta al giudizio diagnostico dello specialista parodontologo. Sarà lui a decidere se procedere con altri mezzi di cura nelle tasche più profonde.

Laser Deka

Il laser Deka da noi usato ha le ceriifcazioni ISO 9001 and EN 46001.
Il sistema soddisfa le prescrizioni della Direttiva 93/42/EEC.

4 ° fase – Rimuovere i fattori che favoriscono la malattia

Possono esserci fattori locali che ritardano o impediscono il corretto ciclo di trattamento: potrebbe essere necessario effettuare cure odontoiatriche adeguate (eliminare denti non recuperabili, rimuovere restauri difettosi, eseguire cure canalari per recuperare radici dentarie, sostituire protesi non corrette o difettose, sostituire denti mancanti).

Chirurgia parodontale:
è l’estrema soluzione per trattare, ove possibile, i difetti ossei profondi (tasche) o per risanare zone in cui è ancora presente l’infezione. Il piano di trattamento chirurgico parodontale può prevedere la levigatura delle radici con il lembo chirurgico aperto, oppure la pulizia delle tasche profonde con l’abbinamento di innesti ossei sintetici e membrane per la rigenerazione dell’osso perduto. Ancora, il trattamento parodontale può essere integrato dal posizionamento di impianti dentari per ristabilire un riequilibrio del numero dei denti e del piano occlusale.

Trattamento dell’occlusione:
Consiste nella valutazione dell’insieme delle superfici masticanti dei denti, nell’evitare contatti anomali tra i denti (es. precontatti), nel bloccaggio di eventuali elementi mobili, nell’utilizzo di apparecchi che impediscono il digrignamento (bytes), nella progettazione di protesi o altre terapie che ristabiliscano l’equilibrio occlusale.

5 ° fase – Mantenimento nel tempo dei risultati

Il  controllo regolare effettuato durante i richiami di   igiene professionale aiuta a prevenire la reinfezione. Ogni 6 mesi eseguiremo un controllo microbiologico per attestare la assenza di germi patogeni attivi.

A seconda delle esigenze cliniche, verrete inseriti in un programma di richiamo di igiene professionale a quattro o sei mesi.
Insieme al controllo microbiologico, annualmente eseguiremo un nuovo sondaggio parodontale: la compilazione  della  cartella parodontale ed il confronto con le precedenti confermerà il raggiungimento della salute ottimale.

Prenota la tua prima visita senza impegno

Chiamaci per un appuntamento

ORARI: lunedì – giovedì 9:00 – 19:00; venerdì 9:00 -13:00;
sabato e domenica chiusi

Privacy(Obbligatorio)